Essere Paziente al "Besta"
> Dipartimenti > Neuroscienze pediatriche

Neuroscienze pediatriche

Lo sviluppo della Neuropsichiatria Infantile con l’ampio spettro di condizioni patologiche (statiche od evolutive) che vi confluiscono, l’accresciuta complessità dell’attività diagnostico-terapeutica e della ricerca clinica, la specificità connessa con l’età dei pazienti, in cui la malattia neurologica interessa il sistema nervoso durante lo sviluppo, sono alla base di un Dipartimento gestionale di Neuroscienze Pediatriche.

Il Dipartimento si compone di due Unità Operative, la UO di Neuropsichiatria Infantile (NPI) a cui sono state riconosciute due strutture organizzative semplici (SOS), e la UO di Neurologia dello sviluppo (NDS).

Attività e Obiettivi
Sul versante diagnostico e della ricerca clinica:

  • Codifica di percorsi diagnostici per un numero progressivamente crescente di malattie neurologiche nella patologia elettiva.
  • Incremento della capacità diagnostica per la patologia complessa e rara (misurata attraverso il monitoraggio di indicatori di efficacia) sia nell’ambito delle malattie neurodegenerative che in quello della sindromologia genetico-clinica.
  • Valutazione neuro-cognitiva dell’insufficienza mentale primaria e sindromica e dei disturbi cognitivi complessi secondari a patologia lesionale e mal formativa del SNC.
  • Individuazione di meccanismi patogenetici (grazie alla sinergia con la ricerca preclinica), come premessa alla introduzione di terapie innovative.
  • Implementazione di trials farmacologici e di ricerca clinica indipendente nella patologia di elezione

Sul versante terapeutico:

  • Implementazione di trattamenti innovativi (stimolazione cerebrale profonda e corticale per i disordini del movimento, chirurgia delle epilessie farmacoresistenti in età sempre più precoce, selezione ed avvio di pazienti con malattie lisosomiali al trapianto di cellule staminali ematopoietiche).
  • Potenziamento del trattamento neuroriabilitativo con estensione anche alla patologia neuromotoria periferica (distrofie muscolari e neuropatie) e sviluppo di modelli innovativi di trattamento con possibilità di verifica della loro efficacia.


Nardo Nardocci

Nardo Nardocci - Direttore Dipartimento

UO Neuropsichiatria infantile
UO Neurologia dello Sviluppo

Essere Paziente al "Besta"
Devolvi il 5x100 al Besta