Collegio Tecnico

Il Collegio tecnico, ai sensi dell’art. 15 comma 5 del D.Lgs.502/1992 e dell’art. 26 del CC.CC.NN.LL. 2002/2005 è l’organismo che procede alla verifica ed alla valutazione (in seconda istanza):

• di tutti i Dirigenti alla scadenza dell’incarico loro conferito in relazione alle attività professionali svolte ed ai risultati raggiunti;

• dei Dirigenti di nuova assunzione al termine del primo quinquennio di servizio;

• dei Dirigenti che raggiungono l’esperienza professionale ultra quinquennale in relazione all’indennità di esclusività.

 

La valutazione del collegio tecnico tiene conto:

  • della collaborazione interna e livello di partecipazione multi - professionale nell' organizzazione dipartimentale;
  • del livello di espletamento delle funzioni affidate nella gestione delle attività e qualità dell' apporto specifico;
  • dei risultati delle procedure di controllo con particolare riguardo all' appropriatezza e qualità delle prestazioni, all' orientamento all' utenza, alle certificazioni di qualità dei servizi;
  • dell' efficacia dei modelli organizzativi adottati per il raggiungimento degli obiettivi;
  • della capacità dimostrata nel motivare, guidare e valutare i collaboratori e di generare un clima organizzativo favorevole alla produttività, attraverso una equilibrata individuazione dei carichi di lavoro del per sonale, dei volumi prestazionali nonché della gestione degli istituti contrattuali;
  • della capacità dimostrata nel gestire e promuovere le innovazioni tecnologiche e procedimentali, in particolare per quanto riguarda il rispetto dei tempi e modalità nelle procedure di negoziazione del budget in relazione agli obiettivi affidati nonché i processi formativi e la selezione del personale;
  • della capacità di promuovere, diffondere, gestire ed implementare linee guida, protocolli e raccomandazioni diagnostico terapeutiche aziendali;
  • delle attività di ricerca clinica applicata, delle sperimentazioni, delle attività di tutoraggio formativo, di docenza universitaria e nell' ambito dei programmi di formazione per manente aziendale;
  • del raggiungimento del minimo di credito formativo di cui all' art. 16 ter , comma 2 del d.lgs. 502 del 1992, tenuto conto dell' art . 23, commi 4 e 5 dei CC.CC.NN.LL. 3/ 11/ 2005;
  • del rispetto del codice di comportamento DPR 62 del 2013, tenuto conto anche delle modalità di gestione delle responsabilità dirigenziali e dei vincoli derivanti dal rispetto dei codici deontologici ove previsti.

La composizione del Collegio Tecnico della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta è determinata, sulla base delle indicazioni contenute nei verbali di Concertazione con le OO.SS. del 13 aprile 2006 per la Dirigenza Medica Sanitaria e del 16 maggio 2006 per la Dirigenza Professionale Tecnica Amministrativa.

Responsabile della pubblicazione: Redazione Web

Ultimo aggiornamento: $dateUtil.getDate($articleDisplayDate, "dd/MM/yyyy", $locale)