Risonanza Magnetica - Quali sono i sintomi più frequenti all'esordio della malattia?

  • Disturbi della vista: le immagini possono apparire offuscate, i colori possono essere percepiti diversamente, la vista può calare rapidamente in un’area del campo visivo. Possono esserci dolori nell’occhio
  • Disturbi della sensibilità al volto, al torace o all’addome sia davanti sia dietro, oppure agli arti. Possono manifestarsi come formicolii o diversa sensibilità al tatto, al caldo e al freddo. La sensibilità in quelle zone può anche essere persa.
  • Difficoltà a coordinare i movimenti o mancanza di equilibrio
  • Vertigini, anche con nausea e vomito
  • Debolezza muscolare agli arti, in genere solo da un lato del corpo
  • Visione doppia degli oggetti. L’oggetto può essere visto doppio in direzione verticale (uno sopra all’altro), orizzontale (uno di fianco all’altro) o obliqua (uno obliquo rispetto all’altro)
  • Irresistibile bisogno di urinare (urgenza minzionale)
  • Fatica, una sensazione soggettiva di stanchezza che può creare difficoltà a portare a termine le attività quotidiane.

 

All’esordio questi disturbi possono durare per alcuni giorni o settimane, e in genere poi migliorano.

Responsabile della pubblicazione: Redazione Progetto IN-DEEP

Ultimo aggiornamento: $dateUtil.getDate($articleDisplayDate, "dd/MM/yyyy", $locale)