SS Qualità e Risk Management

L’obiettivo generale della gestione integrata Qualità e Risk Management è di giungere al miglioramento del Sistema Qualità e alla sua integrazione completa con la Gestione del Rischio.

Orientamento all’utente
l’attenzione della totalità delle attività è puntata prima di tutto sul paziente, protagonista principale delle attività svolte dalla Fondazione. L’obiettivo principale è di soddisfare i principi espliciti e non dell’utente
Coinvolgimento del personale
la partecipazione attiva del personale a tutti i livelli è sicuramente un argomento indispensabile per poter parlare di sistema qualità
Approccio sistemico
non più funzioni ma processi, distinguibili in principali e di supporto, ma principalmente intesi come attività strettamente correlate e trasversali a più settori che coinvolgono figure professionali anche apparentemente lontane
Leadership
il messaggio forte parte dalla Direzione e si dirama verso i livelli più operativi senza mai perdere intensità e contenuti
Miglioramento Continuo
miglioramento nel tempo, ma soprattutto sviluppo continuo di iniziative e progetti volti alla razionalizzazione del singolo processo e delle interrelazione tra processi

La principale finalità dell’Ufficio è di promuovere il costante miglioramento della qualità dei servizi sanitari e sociali erogati dalla Fondazione al fine di individuare e attuare interventi per una migliore organizzazione e comunicazione, adottando tecniche d’analisi proattive e reattive mirate all’aumento della sicurezza del paziente e del personale.
Inoltre, promuove il processo di adozione di sistemi di Qualità in conformità alle norme UNI EN ISO 9001, tutti gli adempimenti in materia di accreditamento istituzionale e soddisfacimento di Standard di qualità e di Gestione del Rischiointernazionalmente riconosciuti in collaborazione con le Direzioni competenti.

Il Risk Management, è l’insieme degli strumenti, dei metodi e delle azioni attivate, attraverso le quali si stima, si valuta e si misura il rischio al fine di poter sviluppare strategie atte a governarlo. L’introduzione di una metodologia logica e sistematica che consenta, attraverso step di identificare, valutare, comunicare, eliminare e monitorare i rischi associati a qualsiasi attività sanitaria, può e deve poi essere promossa come “cultura del rischio”. La Fondazione implementa questa cultura nella convinzione che la conoscenza e l’analisi sistematica dell’”errore” e l’adozione di politiche e procedure specifiche, conduca alla completa realizzazione del miglior percorso clinico per il paziente.

Nel 2002 la Fondazione certifica ISO 9001 le prime Unità Operative, fino a certificare l’intera Fondazione nel 2008.

Staff

Monica Bricchi - Responsabile

Franco Andreini
Sabrina De Lorenzis

 

Contatti

tel. 02 2394.2964/2965/2755 - qualita.ufficio@istituto-besta.it

 

Responsabile della pubblicazione: Redazione Web

Ultimo aggiornamento: $dateUtil.getDate($articleDisplayDate, "dd/MM/yyyy", $locale)