UOC NEUROCHIRURGIA 3 - NEUROCHIRURGIA FUNZIONALE

Descrizione:

L’Unità di Neurochirurgia 3, si è sempre caratterizzata per l’attenzione specifica alle nuove tecnologie che hanno reso la neurochirurgia meno invasiva e ne hanno ampliato i campi di applicazione terapeutica. In particolare è stata la prima divisione ad utilizzare le metodiche di biopsia stereotassica dei tumori cerebrali, la neuronavigazione cerebrale con approcci mininvasivi ed incisioni lineari, la stimolazione cerebrale profonda e la resezione di tumori in aree eloquenti con paziente sveglio e mappaggio neurofisiologico corticale e sottocorticale assieme a tutte le moderne tecniche di trattamento chirurgico delle sindromi dolorose croniche, della spasticità e dei disordini del movimento.

Questa tendenza è proseguita negli ultimi anni, ed ha portato alla recente introduzione di metodiche chirurgiche innovative come l’endoscopia con la possibilità di approcci allargati al basicranio, la videoangiografia intraoperatoria, la neuronavigazione intraoperatoria eco guidata, la simulazione e la pianificazione prechirurgica virtuale 3D su apposite stazioni di lavoro, l’utilizzo per la resezione ossea di strumenti non ruotanti privi di effetto termico, il bypass con punti autochiudentisi.

Tali innovazioni hanno permesso una progressiva ottimizzazione degli approcci chirurgici che non sono mai tradizionali, ma sempre paziente-specifici, ottenuti tramite l’elaborazione tridimensionale degli studi neuro radiologici-funzionali e l’utilizzo delle tecniche e degli strumenti più all’avanguardia nel panorama internazionale (microscopi ed endoscopi di ultima generazione, aspiratori ultrasonici per neoplasie e osso, ecc).

Negli ultimi 10 anni inoltre sono state sviluppate metodiche di trattamento originali per malattia altrimenti incurabili come la cefalea a grappolo cronica, la sindrome della “mano talamica” post-ictus, le terapie palliative di neuromodulazione e di disconnessione delle epilessie multifocali, e di alcuni disturbi del comportamento e psico-affettivi.

L’attività di ricerca clinica dei suoi membri trova riscontro sulle riviste di neurochirurgia internazionali di maggiore impatto.

All’Unità Operativa fa capo la struttura semplice di Chirurgia del dolore e della spasticità

 

Direttore ad interim: Francesco DiMeco

Staff

 

Medici

Giuseppe Messina - Vittoria Nazzi - Giovanni Tringali

 

Infermiere coordinatore

Elena Bettini

 

Personale amministrativo

Alessandra Guasti - Daniela Pisani - Maria Romano - Sabrina Sighinolfi - Elda Zocca

 

Segreteria

tel. 02.2394.2411-2412 - fax 02.70635017 - neurochirurgia@istituto-besta.it

Orari di apertura al pubblico: telefono 9.30-12.30 - sportello 10.00-12.00 / 14.00-16.00

 

 

UOC NEUROCHIRURGIA 3 - NEUROCHIRURGIA FUNZIONALE

L’Unità di Neurochirurgia 3, si è sempre caratterizzata per l’attenzione specifica alle nuove tecnologie che hanno reso la neurochirurgia meno invasiva e ne hanno ampliato i campi di applicazione terapeutica. In particolare è stata la prima divisione ad utilizzare le metodiche di biopsia stereotassica dei tumori cerebrali, la neuronavigazione cerebrale con approcci mininvasivi ed incisioni lineari, la stimolazione cerebrale profonda e la resezione di tumori in aree eloquenti con paziente sveglio e mappaggio neurofisiologico corticale e sottocorticale assieme a tutte le moderne tecniche di trattamento chirurgico delle sindromi dolorose croniche, della spasticità e dei disordini del movimento.

Questa tendenza è proseguita negli ultimi anni, ed ha portato alla recente introduzione di metodiche chirurgiche innovative come l’endoscopia con la possibilità di approcci allargati al basicranio, la videoangiografia intraoperatoria, la neuronavigazione intraoperatoria eco guidata, la simulazione e la pianificazione prechirurgica virtuale 3D su apposite stazioni di lavoro, l’utilizzo per la resezione ossea di strumenti non ruotanti privi di effetto termico, il bypass con punti autochiudentisi.

Tali innovazioni hanno permesso una progressiva ottimizzazione degli approcci chirurgici che non sono mai tradizionali, ma sempre paziente-specifici, ottenuti tramite l’elaborazione tridimensionale degli studi neuro radiologici-funzionali e l’utilizzo delle tecniche e degli strumenti più all’avanguardia nel panorama internazionale (microscopi ed endoscopi di ultima generazione, aspiratori ultrasonici per neoplasie e osso, ecc).

Negli ultimi 10 anni inoltre sono state sviluppate metodiche di trattamento originali per malattia altrimenti incurabili come la cefalea a grappolo cronica, la sindrome della “mano talamica” post-ictus, le terapie palliative di neuromodulazione e di disconnessione delle epilessie multifocali, e di alcuni disturbi del comportamento e psico-affettivi.

L’attività di ricerca clinica dei suoi membri trova riscontro sulle riviste di neurochirurgia internazionali di maggiore impatto.

All’Unità Operativa fa capo la struttura semplice di Chirurgia del dolore e della spasticità

 

Direttore ad interim: Francesco DiMeco

Staff

 

Medici

Giuseppe Messina - Vittoria Nazzi - Giovanni Tringali

 

Infermiere coordinatore

Elena Bettini

 

Personale amministrativo

Alessandra Guasti - Daniela Pisani - Maria Romano - Sabrina Sighinolfi - Elda Zocca

 

Segreteria

tel. 02.2394.2411-2412 - fax 02.70635017 - neurochirurgia@istituto-besta.it

Orari di apertura al pubblico: telefono 9.30-12.30 - sportello 10.00-12.00 / 14.00-16.00

 

 

Responsabile della pubblicazione: Redazione Web

Ultimo aggiornamento: 06/04/2021