BANDO INTERNO COMPETITIVO: SEI I PROGETTI PREMIATI GRAZIE AI FONDI DEL 5XMILLE

BANDO INTERNO COMPETITIVO: SEI I PROGETTI PREMIATI GRAZIE AI FONDI DEL 5XMILLE

09 agosto 2021

BANDO INTERNO COMPETITIVO: SEI I PROGETTI PREMIATI GRAZIE AI FONDI DEL 5XMILLE

Molti dei 53 progetti presentati e valutati da referee internazionali sono stati valutati ‘di buona qualità’. “Un’importante vetrina per il Besta” secondo il Direttore Scientifico ad interim Giuseppe Lauria Pinter.

 

Sono stati annunciati dalla Direzione Scientifica i vincitori del bando competitivo interno 5xmille, relativo alle annualità 2018 e 2019. In accordo con il bando, sono due i progetti vincitori della categoria Advanced Grant che riceveranno un finanziamento di 250mila euro ciascuno: quello proposto dalla dottoressa Anna Bersano, Direttore Facente Funzione UOC Neurologia 9 e quello della dottoressa Serena Pellegatta, responsabile Struttura Semplice di Immunoterapia dei Tumori Cerebrali, UOC Neurologia 8 - Neuro-Oncologia Molecolare. Entrambi i progetti hanno ottenuto un punteggio complessivo di 13,5/15,00.

Per la categoria Starting Grant invece sono risultati meritevoli di finanziamento i progetti della dottoressa Erika Salvi (punteggio 14,25), ricercatrice dell’Unità di Neuroalgologia, Laboratorio di Genetica del dolore neuropatico, del dottor Fabio Moda, UOC Neurologia 5 – Neuropatologia, della dottoressa Irene Tramacere, Dipartimento Gestionale di Ricerca e Sviluppo Clinico (entrambi con punteggio 13,50) e del dottor Diogo Miguel Matos Vila Verde, UOC Neurologia 7- Epilettologia Clinica e Sperimentale (punteggio: 13).

È il primo bando interno competitivo, reso possibile dalla disponibilità di fondi 5xmille, proposto dalla Direzione Scientifica sotto la guida del dottor Fabrizio Tagliavini, che ha terminato l’incarico due mesi fa. I progetti presentati in totale sono stati 53: 17 nella categoria Advanced Grant, proposti da ricercatori senior, e 36 nella categoria Starting Grant, proposti da ricercatori junior sotto i 40 anni: tutti sono stati assegnati per la valutazione ad un panel di referee internazionali, secondo l’area di expertise. Ogni referee ha esaminato i  progetti, esprimendo una valutazione per ciascuna delle tre aree: Excellence, Impact and Relevance, PI Track Record.

Mi complimento personalmente e a nome della Direzione Scientifica con tutti i ricercatori per la partecipazione e l'impegno nella realizzazione dei lavori – ha commentato il Direttore Scientifico ad interim Giuseppe Lauria Pinter -. Nel complesso, la maggior parte dei progetti è stata valutata di buona qualità. È un aspetto importante, poiché questa iniziativa rappresenta anche una vetrina per l’Istituto all'interno della comunità scientifica internazionale”.

Ecco i progetti finanziati che partiranno in autunno e che approfondiremo in questo e nei prossimi numeri di INNBESTA tramite la voce dei singoli ricercatori:

  • Anna Bersano: “Empowering progression risk of cerebral amyloid angiopathy”
  • Serena Pellegatta:Caratterizzazione dell’infiltrato immunitario nel glioblastoma tramite approcci single cell e multi-omics per predire la fattibilità della Terapia Cellulare”
  • Erika Salvi: “Risk stratification of painful peripheral neuropathies”
  • Fabio Moda: Identificazione di biomarcatori periferici e precoci predittivi di malattia di Parkinson e demenza con corpi di Lewy”
  • Irene Tramacere: “La terapia dell’ictus ischemico criptogenetico: personalizzare l’approccio attraverso l’analisi dei dati individuali e le network meta-analisi”
  • Diogo Miguel Matos Vila Verde “Nuovi meccanismi di generazione delle crisi epilettiche – il ruolo della demielinizzazione”

ultime notizie
Responsabile della pubblicazione: Ufficio Stampa
Ultimo aggiornamento: 09/08/2021