Essere Paziente al "Besta"
> Biblioteca scientifica

Biblioteca scientifica

La Biblioteca Scientifica dotata di un patrimonio librario considerevole, è specializzata nel campo delle neuroscienze ed opera a supporto dell’attività clinica-assistenziale e di ricerca, facilitando l’accesso all’informazione biomedica al personale della Fondazione e a tutti i professionisti della salute.

Il patrimonio
Sin dalla sua origine – che risale al 1918, anno in cui il neuropsichiatra Carlo Besta fu nominato direttore dell'Istituto Pro Feriti Cerebrali di Guerra – ha sempre svolto una funzione documentaria e di aggiornamento per medici e ricercatori. Il fondo iniziale, rappresentato da periodici e monografie di rilievo per la storia della medicina e della neurologia, riflette gli interessi e gli studi del medico valtellinese, discepolo di Camillo Golgi, per la neuroanatomia e la fisiopatologia neurologica. I successivi incrementi del patrimonio librario sono strettamente legati all’evoluzione della disciplina e soprattutto ai cambiamenti avvenuti negli ultimi anni derivati dall’espansione e dalla disponibilità di risorse informative e bibliografiche in rete che hanno trasformato la biblioteca e i servizi da essa erogati.

Le risorse elettroniche
Attualmente gli utenti interni hanno la possibilità di consultare ed accedere anche da rete esterna ad oltre 9.000 periodici elettronici in full-text, 8000 ebook e alle più importanti banche dati del settore biomedico, acquisiti in parte a livello istituzionale e in parte grazie alla partecipazione attiva della Biblioteca a progetti e reti di collaborazione interbibliotecaria sia regionale, Sistema Bibliotecario Biomedico Lombardo (SBBL) sia nazionale, Bibliosan, che hanno consentito di migliorare il livello delle prestazioni fornite.

Le monografie
E’ in corso il progetto di riversamento on-line del Catalogo monografico, precedentemente disponibile solo in forma cartacea, in SBN (Sistema Bibliotecario Nazionale), attraverso il polo di Regione Lombardia LO1. La catalogazione è effettuata secondo gli attuali standard internazionali e le regole dell'Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane (ICCU); mentre per la soggettazione è usato il thesaurus MeSH – Medical Subject Headings, della National Library of Medicine USA, adottato dalle principali biblioteche biomediche. La consultazione del posseduto della Biblioteca può essere fatta a livello locale, anche con soggettazione MeSH, tramite il Catalogo del Polo di Regione Lombardia
Per una ricerca a livello nazionale è possibile accedere al Catalogo SBN

Le attività
In particolare la Biblioteca Scientifica si occupa di:

  • Rendere facilmente accessibili a tutti gli utenti le risorse documentarie disponibili attraverso la consultazione dei cataloghi e altri strumenti informativi elettronici.
  • Promuovere l’aggiornamento professionale attraverso il recupero di letteratura e informazioni clinico-scientifiche di qualità.
  • Concorrere alla formazione continua permanente del personale diffondendo la conoscenza e l’utilizzo ottimale delle banche dati e risorse elettroniche anche nel quadro della medicina basata sulle evidenze.
  • Fornire supporto bibliografico ai progetti di ricerca della Fondazione sia in fase di attivazione che di realizzazione.
  • Contribuire alla valorizzazione dell’attività di ricerca e alla valutazione della produttività scientifica attraverso l’uso consapevole di indicatori bibliometrici (Impact Factor, H-Index, Citation Index, ecc.).
  • Sviluppare reti collaborative con altre biblioteche e progetti di ricerca per la gestione e condivisione della documentazione scientifica.
  • Acquisire, catalogare e conservare le collezioni monografiche e periodiche su supporti cartacei ed elettronici.
  • Rispondere al bisogno di conoscenza di pazienti, familiari e cittadini con un Punto Informativo dedicato.
  • Promuove l’umanizzazione dei luoghi di cura attraverso la promozione della lettura.

Biblioteca del Paziente
La Biblioteca del Paziente, una sezione della Biblioteca Scientifica, è costituita da due distinti progetti:

Punto Informativo per Pazienti
Il servizio offre a pazienti, parenti e cittadini informazioni sulla salute e sulle patologie neurologiche e cronico-degenerative, scientificamente corrette, comprensibili e aggiornate, con lo scopo di favorire la partecipazione attiva del paziente al percorso diagnostico/terapeutico e il rapporto medico-paziente.
In particolare, il Punto Informativo Neuro-Oncologico (P.I.N.O.) è un servizio di accoglienza e informazione che si affianca al Progetto InformaCancro promosso da AIMaC, svolto da Volontari di Servizio Civile Nazionale. Il personale, debitamente formato, è in grado di orientare l'utente all'interno delle diverse e numerose fonti informative. Il Punto Informativo fa parte del Sistema Informativo Oncologico Nazionale-SION, progetto sostenuto dal Ministero della Salute e coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità, costituito da una rete di 36 Punti di Accoglienza e Informazione collocati presso i principali centri di studio e cura dei tumori.
Referenti e tutor Punto Informativo Neuro-Oncologico:
Dr.ssa Saba Motta, Responsabile Biblioteca Scientifica e del Paziente
Dr.ssa Elena Lamperti, Dirigente Medico – U.O. Neuroncologia Clinica

Progetto PINO - scarica il volantino

“Legger…mente"
La Biblioteca di svago della Fondazione è formata da circa 600 romanzi e saggi di recente pubblicazione per adulti, ragazzi e bambini, gentilmente donati dalle maggiori Case Editrici italiane e da privati. Offre un servizio gratuito di prestito libri a degenti e familiari che hanno la possibilità di scegliere uno o più testi consultando un Catalogo on-line ( http://www.anobii.com/bibliopaziente/books ) o recandosi presso la Biblioteca Scientifica della Fondazione.
Referenti progetto:
Dr.ssa Saba Motta, Responsabile Biblioteca Scientifica e del Paziente
Dr.ssa Anna Gasparello, Bibliotecaria borsista

Progetto “Legger…mente" - scarica il volantino

Approfondimenti
- Intervista Dott.ssa Saba Motta - Responsabile Biblioteca Scientifica
- Intervista Dott.ssa Anna Gasparello - Premio De Gregori

 

Staff

Saba Motta - Responsabile Biblioteca

Collaboratori
Alessandra Atterrato - Fornitura documenti
Anna Gasparello - Catalogazione materiale scientifico e per pazienti
Rosalind Hendricks - Periodici e riviste online

Orari di apertura
Dal lunedì al venerdì
9.30/13.30 - 14.00/17.30

Contatti

tel. 02.2394.2339
fax 02.2394.2276
e-mail biblio@istituto-besta.it
 

Essere Paziente al "Besta"
Devolvi il 5x100 al Besta